Cocktail bar

Rude Centocelle, la drink list ispirata agli anni ’90

47682790 477088709483687 3665762193523081216 n

Sullo sfondo di importanti cambiamenti politici e culturali, gli anni ’90 sono stati anni molto fecondi dal punto di vista artistico, sportivo, musicale.  Molti di noi sono cresciuti proprio in quegli anni. I ragazzi di Rude Centocelle hanno pensato di rievocare il mood del decennio prima degli anni 2000 rendendovi omaggio con una serie di proposte beverage che prendono il nome e l’ispirazione proprio dalle figure più iconiche dell’epoca.

Per cui per esempio attraverso le note sofisticate del cocktail “Smells like Banana” assisteremo al ritorno in vita di Kurt Cobain, oppure a quello di Michael Jordan sul rettangolo di parquet con il drink “Air Jordan“,  oppure ancora potremmo assistere a una vera e propria réunion delle Spice Girls grazie al “Girl Power“.

Rude Centocelle | Atmosfera

Nel quartiere di Centocelle, tra via dei Castani e via delle Acacie, si trova Rude [in latin, rudis vuol dire “rude, rozzo”].  Ad accogliervi i soci Marco Zampilli, Cristian Ricci e il team Federico Graziani, Andrea Jachetta e Lorenzo Siri.

Rude Klan

Punto di riferimento del bere miscelato a Roma, l’atmosfera è quella di uno street bar di ottimo livello, con luci colorate al neon, bancone stile industrial e ampia disponibilità di posti anche nel dehors

Rude Centocelle | Drink list

La cocktail list è interamente ispirata agli anni ’90 e si compone di ventidue signature cocktail, quattro special a base di Bulleit Bourbon e nove proposte analcoliche, per ciascun dei quali vengono indicate le calorie assunte.

I drink di Rude seguono una progressione cronologica, che attraversa trasversalmente il panorama del calcio, della musica, e dello spettacolo fino ad arrivare alla fine del decennio.

Ph. Credit: Chiara Marinelli – Cocktail Assassin de la Police

Per iniziare la serata, il bartender Andrea Jachetta propone il Totò -ispirato al calciatore simbolo di Italia 90 Toto’ Schillaci- un americano con Roger, Vermouth chinato e al pompelmo rosa.

Assassin de la Police -soundtrack del film l’Odio con Vincent Cassel- un whisky sour realizzato con Johnnie Walker Black, verjus e cocco consigliato per accompagnarvi durante l’ora di cena con le proposte food di Rude.

Per l’after dinner, invece, provate “Mike Malone“- detto Rollo, iconico tattoo artist degli anni ’90 – un old fashioned a base di Apricot Bulleit Bourbon e Willy Wonka World (nocciola e bitter).

La Bulleit Experience da Rude

Particolare attenzione viene attribuita all’intera sezione dedicata alla Bulleit Experience che esalta i sapori del whisky. Quattro cocktail a base di questo distillato che rendono omaggio ad alcuni personaggi storici del mondo del tatuaggio.

Ph. Credit: Laetitia ChaillouCocktail Mike Malone

Così ad esempio, oltre al già citato Mike Malone abbiamo il cocktail in onore del tatuatore e fotografo tedesco Herbert Hoffman, considerato uno dei caposcuola del mondo del tatuaggio.

Seedlip| Analcolici

Per quanto riguarda le proposte analcoliche, sono presenti nove cocktail senza alcool. I cocktail tradizionali vengono rielaborate al fine di ottenere drink analcolici che celebrano tre stili di cocktail classici (gin&tonic, gimlet e sour). Sono composti da tre distillati analcoolici seedlip (uno per tipologia, per un totale di 9).

Rude Centocelle | La Cucina

Ad accompagnare i drink, una selezione di proposte gastronomiche dello chef Mark Anthony Barcelon che propone piatti di respiro fusion in formato street food. Da Rude potrete gustare bao, gyoza, polpette, poké bowls, sandwiches, polpo rosticciato, tartare, etc.

Ph. Credit: Laetitia Chaillou

Il posto giusto per concedersi una pausa tra amici, oppure sorseggiare un cocktail con calma.

La cucina è aperta tutti i giorni fino tarda notte.

Rude Centocelle | Il format “La Parte Rude Di”

Oggi più che mai, “l’unione fa la forza“. Riunirsi, supportarsi e sostenersi è cruciale nel settore dell’industria dell’hospitality. Dopo il successo degli appuntamenti estivi che ha visto alternarsi dietro al bancone alcuni nomi rinomati del bartending, Rude ha deciso di proseguire con il suo format “la Parte Rude Di” con una serie di guest bartending nazionali che riveleranno la loro parte più “rude”, vera e sincera . L’occasione è rivolta alle nuove realtà di provincia, ai giovani che hanno voglia di far parlare di sé, di portare a Roma le proprie radici e farle conoscere ad un pubblico più ampio.

La proprietà e lo staff di Rude vi aspetta ogni mercoledì dalle ore 21:00 in poi. Da segnare in agenda le date seguente:

  • 20 ottobre: Vincenzo Pagliara di Laboratorio Folkloristico (Pomigliano d’arco)
  • 27 ottobre: Fabrizio Masecchia di Block Boutiaue Bar (Pozzuoli)
  • 3 novembre: Filippo Sisti
  • 17 novembre: Antonio Tittoni del Tukana (Rieti)
  • 7 dicembre: Francesco Mazzella del Porto 51 (Ischia)
  • 15 dicembre : Giovanni Torre del Circus Cocktail Bar (Catania).

Contatti

Per saperne di più: https://www.rudecentocellemenu.com/